RIVISTA 170

ANNA CARUSO IRENE BALIA PAOLO PIBI ROBERTO FANARI NICOLA CAREDDA ELENA VAVARO CAMILLA ZANINI ETTORE TRIPODI  ALDO SERGIO DEBORA GARRITANI UMBERTO CHIODI METTEO GIAGNACOVO SILVIA MEI CHIARA SORGATO SOFIA RONDELLI

RIVISTA170 OLTRE AD ESSERE UNA MOSTRA IDEATA PER METTERE COMPLETAMENTE A FUOCO LA POETICA E LA PERSONALITA' ARTISTICA DI OGNI SINGOLO ARTISTA EMERGENTE DELLA GALLERIA, CERCA DI ESSERE,  PER CHI VI PORGESSE ADEGUATAMENTE LO SGUARDO, UNO STIMOLO VISIVO E PERSONALE VERSO UNA RICERCA DELLA PROPRIA LUCE. PER LUCE INTENDIAMO SENSIBILITA' DI VISIONE, OVVERO DI QUEI PARADIGMI SENSORIALI E VISIVI CHE OGNUNO DI NOI UTILIZZA COME FILTRO EMOTIVO ED IDEALE NELLA REALTA' CIRCOSTANTE; A SECONDA DI QUESTA LUCE INTRINSECA, DI QUESTI FILTRI CONCETTUALI PERCETTIVI, OGNI INDIVIDUO RECEPISCE IL 'POI VISIBILE', QUINDI IL REALE, IN MANIERA DEL TUTTO PERSONALE E SOGGETTIVA. DUE PERSONE NEL MOMENTO IN CUI OSSERVANO LA STESSA IMMAGINE, SE CONSAPEVOLI E RECETTIVE, NON PERCEPIRANNO MAI LA STESSA VISIONE TANTO MENO LA STESSA ESSENZA DI FORMA. QUINDI SE RIUSCISSIMO A DISEDUCARE LO SGUARDO DALL'ABITUDINE CONCETTUALE APPARENTE, DAI DIVERI PARADIGMI VISIVI-OGGETTIVI CHE I NOSTRI OCCHI ADDESTRATI IMPONGONO, RIUSCIREMMO FINALMENTE A VEDERE; QUESTA VOLTA NON PIU' PER MEZZO DI UN PIGLIO IMBROGLIATO, BENSI' ATTRAVERSO LA NOSTRA PERSONA. E COSI' RIVISTA170 CI CATAPULTA ALL'INTERNO DI UNA GRANDE RIVISTA TRIDIMENSIONALE, E SEGUENDO LA GRANDEZZA UGUALE PER TUTTE LE OPERE 100X70CM, SFOGLIANDO IDEALMENTE PAGINA PER PAGINA, QUADRO PER QUADRO, OGNI ARTISTA CI MOSTRERA' SENZA CENSURE LA PROPRIA LUCE.